Meno tasse ad Albignasego

Venerdì 27 febbraio la Giunta comunale di Albignasego ha approvato lo schema di bilancio di previsione 2015 che sarà sottoposto al voto del Consiglio Comunale 
entro il mese di marzo (presentazione martedì 10, approvazione mercoledì 25). La principale novità contenuta nello schema di bilancio approvato in Giunta è il
 taglio della Tasi, la tassa sulla casa reintrodotta lo scorso anno dal Governo,

per un importo complessivo di 600 mila euro, pari quasi ad un quarto (circa il 24%)
 dell’entrata di questa tassa nel 2014 (2 milioni e mezzo). Nello specifico, la diminuzione della tassa sulla casa non riguarderà l’aliquota ma consisterà nella creazione di detrazioni fisse di 45 euro per tutte le prime abitazioni
 e di ulteriori 50 euro per ogni figlio minore di 18 anni e per ogni persona maggiorenne
 con disabilità al 100%. Questo risparmio è stato possibile grazie ai benefici delle 
politiche virtuose di questi anni: le voci principali, infatti, riguardano economie 
relative a spese del personale e interessi sui mutui che abbiamo estinto negli ultimi 
anni, diminuzione del costo di servizi a seguito di nuovi appalti (quindi senza aumenti
 tariffari per le famiglie), 
risparmi di consumi energetici a seguito di politiche virtuose di investimento per 
ammodernamento degli impianti, economie di scala per la gestione associata di servizi 
con altri comuni all’interno dell’Unione, maggiori entrate tributarie anche derivanti dal
 recupero dell’evasione fiscale e ulteriori risparmi più contenuti su spese di diversi
 capitoli (es. incarichi legali, approvigionamenti in genere ecc. Ora la parola passa al Consiglio comunale che dovrà approvare il bilancio entro il mese di
 marzo. Sul sito del Comune, si possono trovare alcuni esempi concreti di risparmio.

Un piccolo “museo” nella nostra città

Una iniziativa interessante che ci vede tra i protagonisti, oltre che promotori, è la costituzione della sala storica Alpini, nella ex casa Baratto. Un luogo affascinante e suggestivo che vale la pena di essere visitato. Il progetto ha lo scopo di costituire un patrimonio, il più vasto possibile, fondato su oggetti interessanti sotto il profilo storico, con specifico riferimento a prima e seconda guerra mondiale, ma non solo, da conservare e tutelare a beneficio delle future generazioni. Tra le finalità anche quella di coinvolgere i giovani in età scolare per proporre uno spaccato di realtà spesso marginalizzata dai tradizionali percorsi formativi didattici. Il progetto, già riconosciuto dalla Regione Veneto, vedrà a breve, oltre che l’inaugurazione della sala storica anche la celebrazione della ricorrenza del centenario della grande guerra, con una mostra ad hoc,
allestita dai responsabili della sala storica, anche in Villa Obizzi, in collaborazione con un importante collezionista del nostro territorio, Andrea Zanellato. Tra le componenti del progetto anche la possibilità di ottenere il patentino regionale di raccoglitore di cimeli, a condizioni economiche favorevoli ed agevolate, attraverso corsi formativi tenuti da uno staff qualificato, di cui fa parte anche l’assessore Enrico Bado.

Il capogruppo consigliare

Albignasego dei Cittadini

Olindo Donato

DSC_4108 DSC_4121 DSC_4125 DSC_4102

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 228 follower